TEORIA E TECNICA: STRUMENTAZIONE E MISURE, PRESTAZIONI COMPONENTICostruzione del SUPEROSCILLATORE di AUDIO REW

Moderatori: Fran65, pergo, abassanelli, Un_Moderatore, Pierluigi Marzullo, marco59

Avatar utente

Topic author
baffo4
Messaggi: 763
Iscritto il: domenica 16 maggio 2010, 10:41

Costruzione del SUPEROSCILLATORE di AUDIO REW

#1

Messaggio da leggere da baffo4 » giovedì 26 gennaio 2017, 17:36

avendo qualche (pochi!!) Euro da buttare, per evitare di usare la scheda audio del computer,
che ne pensate delle prestazioni di questo oggetto,
può essere un buon acquisto per un uso prevalentemente hobbistico

http://www.ebay.it/itm/381869332873?_tr ... EBIDX%3AIT
oppure questo
http://www.ebay.it/itm/141758092609?_tr ... EBIDX%3AIT



Avatar utente

Piercarlo
Messaggi: 4695
Iscritto il: sabato 15 marzo 2008, 20:37
Località: Milano
Contatta:
Italy

#2

Messaggio da leggere da Piercarlo » venerdì 27 gennaio 2017, 6:26

Come generatori di funzioni alla buona vanno bene ma non spenderci molto. La loro risoluzione è di 10 bit, che significano, su una sinusoide, una distorsione minima dello 0,1 per cento - un filo meglio dei classici generatori di funzione tipo 8038 o 2206 ma comunque troppo alta per usarli come segnali di provppa.

Ciao
Piercarlo
http://piercarlo-audioelettronica.blogspot.it - Il blog (ormai ufficialmente in disarmo) è stato solo un passatempo senza impegni, da fruirsi a titolo divulgativo e senza pretese.

TUTTORA IN CERCA DI IMPIEGO

Avatar utente

Topic author
baffo4
Messaggi: 763
Iscritto il: domenica 16 maggio 2010, 10:41

#3

Messaggio da leggere da baffo4 » venerdì 27 gennaio 2017, 10:37

grazie per la risposta......
.....era per capire se valesse la pena spenderci una 60ina di Euro....
per l'uso che ne potrebbe fare uno del mio livello, penso sia comunque più che abbondante

Immagine

....gironzolando per la rete....
http://www.eevblog.com/forum/testgear/f ... generator/

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#4

Messaggio da leggere da Luka » venerdì 27 gennaio 2017, 10:49

baffo4 ha scritto:.....era per capire se valesse la pena spenderci una 60ina di Euro....

A meno dubito che tu trovi qualcosa :D
Non ti aspettare di poterci fare misure di THD - in ambito audio di un generatore di funzioni in genere tornano utili la quadra e la triangolare, e pare che da questo punto di vista l'oggetto si comporti onestamente. Se effettivamente è possibile pilotarlo da PC, e disponi magari di un oscilloscopio digitale egualmente controllabile, allora ti si aprono un certo numero di possibilità interessanti.

L.

Avatar utente

Topic author
baffo4
Messaggi: 763
Iscritto il: domenica 16 maggio 2010, 10:41

#5

Messaggio da leggere da baffo4 » venerdì 27 gennaio 2017, 11:59

Luka ha scritto:Non ti aspettare di poterci fare misure di THD -
....hem.... :oops: :oops:
....l'idea era quella :( :(

Luka ha scritto:.............e disponi magari di un oscilloscopio digitale egualmente controllabile

ho questo, che è il massimo (visto i tempi che corrono) in cui ho potuto investire,
Immagine
HANTEK DSO 5102P

mi è rimasto qualche Euro nella PPay e volevo aggiungere qualcosina alla strumentazione,
l'intenzione era acquistare un multimetro Fluke, ma sono (tremendamente) fuori budget per i modelli (anche usati)
che mi interessavano, quindi ho notato questo generatore e pensavo che almeno in bassa frequenza potesse essere utile,

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 37002
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#6

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » venerdì 27 gennaio 2017, 12:10

baffo4 ha scritto:
Luka ha scritto:Non ti aspettare di poterci fare misure di THD -
....hem.... :oops: :oops:
....l'idea era quella :( :(

Per fare le misure di THD ti basta la scheda audio del computer e Visual Analyzer ... :)
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#7

Messaggio da leggere da Luka » venerdì 27 gennaio 2017, 12:21

baffo4 ha scritto:(...) quindi ho notato questo generatore e pensavo che almeno in bassa frequenza potesse essere utile,


Certamente, ma non per misure di THD. Per queste i DAC a 24 bit di una scheda audio vanno sicuramente meglio; anche con un semplice generatore sinusoidale a ponte di Wien stabilizzato a lampadina certamente riusciresti a fare meglio dello 0.8% che si legge nelle specifiche dello strumentino in questione. Se poi vuoi cimentarti in qualcosa di più sostanzioso c'è sempre questo simpatico progettino che gira in rete da anni:
Immagine
ed il cui difetto principale è la bassa tensione d'uscita (e la mancanza di un integratore nel loop del controllo di livello), ma che dal punto di vista della THD ti permette di scendere sino allo 0.001% o meno - link: Low-distortion Audio-range Oscillator.

L.

Avatar utente

Topic author
baffo4
Messaggi: 763
Iscritto il: domenica 16 maggio 2010, 10:41

#8

Messaggio da leggere da baffo4 » venerdì 27 gennaio 2017, 19:29

Luka ha scritto:............ma non per misure di THD.

..... :( ...ok!! pietra sopra!!....
per quanto sia una spesa bassa, visto che non potrei usarlo come vorrei,
inutile buttare sti soldi....


Pierluigi Marzullo ha scritto:Per fare le misure di THD ti basta la scheda audio del computer e Visual Analyzer ... :)

...era proprio per NON avere il computer tra i piedi....pazienza :(

Luka ha scritto:.........Se poi vuoi cimentarti in qualcosa di più sostanzioso c'è sempre questo simpatico progettino che gira in rete da anni....

....magari se riesco a trovare uno straccio di layout dello stampato, potrei pensarci......
nello schema vedo una fotoresistenza ed un led, presumo vadano allineati???

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#9

Messaggio da leggere da MaxVarese » venerdì 27 gennaio 2017, 23:36

Il generatore di funzione e' uno degli strumenti indispensabili per eseguire misure sugli amplificatori o loro stadi.
Nonostante l'attuale disponibilità di economici generatori digitali cinesi, la soluzione economicamente imbattibile, a patto di possedere già un tablet o un Pc è quella di ricorrere a gdf software.
Naturalmente questo generatore virtuale ereditera' tutti i limiti dell' hardware sonoro del dispositivo impiegato, oltre a questo si mette a rischio la sua incolumità in caso di cortocircuiti o tensioni continue impreviste, nel circuito "sotto esame".
Tra i vari progetti latenti che gli impegni famigliari mi impediscono di terminate, c' è né proprio uno atto a sopperire alle manchevolezze dei gdf software, tra l'altro con un hardware particolarmente economico,prossimo lavoro che ho intenzione di presentare.
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 37002
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#10

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » sabato 28 gennaio 2017, 0:03

Molto interessante; quando hai un po' di tempo potresti dirci qualcosa di più ? :)
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#11

Messaggio da leggere da Luka » sabato 28 gennaio 2017, 11:10

baffo4 ha scritto:....magari se riesco a trovare uno straccio di layout dello stampato, potrei pensarci......
nello schema vedo una fotoresistenza ed un led, presumo vadano allineati???

Sì, sono sostanzialmente il cuore del circuito di controllo del livello; vanno affacciati ed il tutto va rivestito di guaina termorestringente, per esempio, in modo che la fotoresistenza veda solo la luce prodotta dal LED; quest'ultimo è un normale LED rosso - non mi ricordo se anche quelli con la calotta trasparente vadano bene: bisogna provare.

A dispetto della relativa semplicità funziona piuttosto bene: la THD è bassa, i tempi d'assestamento minimi (grazie, come detto, all'assenza di un integratore nel loop dell'ALC) ed il livello d'uscita ragionevolmente stabile (nonostante l'assenza del suddetto integratore e di un riferimento :lol: ) - ai tempo avevo anche fatto della misure, ma non le trovo più... come non trovo il disegno dello stampato. In ogni caso il circuito è ancora sufficientemente semplice da consentire la realizzazione su millefori: questa che segue deve essere la foto di un prototipo di un oscillatore di uguale complessità - questo in realtà è un SVF, ma il loop dell'ALC è sempre basato su un fotoaccoppiatore home-made (quello in alto a destra):
Immagine
In alternativa al diy ci sono i fotoaccopiatori Vactrol, che sino a qualche tempo fa ancora si trovavano senza grossi problemi:
Immagine
Infine, questo progetto è molto simile (anche se, stando a quanto dichiarato dall'autore, di prestazioni un po' inferiori [*]), ma comprende anche layout etc. etc.: An Ultra Low Distortion Audio Test Oscillator

L.

[*] il che è plausibile, mancando il circuitino di cancellazione della THD che invece il primo generatore implementa attorno a IC2B.

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#12

Messaggio da leggere da MaxVarese » lunedì 30 gennaio 2017, 17:36

Innanzi tutto mi scuso per il post che devia dall' argomento principale ma e' per rispondere all'iall'ing Marzullo.
La mia idea e' quella di realizzare una piccola scheda alimentata con una pila da 9 Volt che si inserisce tra l'uscita per cuffia del tablet o pc (da dove si preleva la forma d'onda generata) e il circuito o ampli da testare.
Nel concepirlo mi sono posto o seguenti obbiettivi in ordine di priorità:

Evitare il danneggiamento del dispositivo

Rendere regolabile e nota l'intensità d'uscita mediante visualizzazione del valore di picco sul display di un normale millimetro digitale.

Mantenere bassi i costi di realizzo , (anche in termini di tempo) per rendere l'autocostruzione di questo oggetto un opzione economicamente competitiva rispetto alle alternative cinesi.( tipo 25euro cs compreso)

Attenuare per quanto possibile l'emissione armonica.

Ho realizzato un prototipo su breadboard, e devo verificarne strumentalmente le prestazioni, per valutare se e' sufficientemente "buono" da poter essere utilizzato.
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#13

Messaggio da leggere da MaxVarese » lunedì 30 gennaio 2017, 19:22

Scrivere con gli smartphone è un inferno!
Naturalmente intendevo dire multimetro digitale!!
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 37002
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#14

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » lunedì 30 gennaio 2017, 20:10

Non ti crucciare, si somigliavano tanto che nessuno se n'è accorto ! :D
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#15

Messaggio da leggere da Luka » lunedì 30 gennaio 2017, 21:37

MaxVarese ha scritto:Naturalmente questo generatore virtuale ereditera' tutti i limiti dell' hardware sonoro del dispositivo impiegato, (...)


Che non sono pochi, soprattutto se si parla di quadre. Su ebay si trovano generatori di funzione in kit basati su XR2206 o ICL8038 a partire da pochi euro: mi sa che rischiano di essere più convenienti oltre che di migliori prestazioni (almeno per quanto riguarda onde quadre ed impulsi).

L.

Avatar utente

MaxVarese
Messaggi: 263
Iscritto il: mercoledì 18 gennaio 2017, 20:53

#16

Messaggio da leggere da MaxVarese » martedì 31 gennaio 2017, 9:59

Hai ragione, ottenere buoni risultati da un circuito cosi' economico, richiederebbe hai componenti prestazioni eccezionali, quasi ideali.
Forse ho imboccato un binario morto, ma se anche solo il mio affarino proteggesse efficacemente le schede sonore da possibili guasti? Non potrebbe essere utile a chi a intenzione di usarle?
La scienza è solo una perversione, se non ha come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell' umanità.
Nikola Tesla

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 37002
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#17

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » martedì 31 gennaio 2017, 10:05

Un generatore di funzioni è una cosa,
un oscillatore a bassa distorsione, tutt'altra cosa ... ;)

La protezione delle schede audio la puoi fare con un Front End di interfacciamento,
come illustrato in numerosi articoli, e anche qui sul Forum

:)
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

Piercarlo
Messaggi: 4695
Iscritto il: sabato 15 marzo 2008, 20:37
Località: Milano
Contatta:
Italy

#18

Messaggio da leggere da Piercarlo » martedì 31 gennaio 2017, 10:14

I vactrol su ebay ci sono ancora ma costano un botto. Farli da sé costa molto meno. Ho sentito parlare in giro di foto accoppiatori a FET ma non ho ancora trovato nulla di preciso. Qualcuno ne sa qualcosa?

Ciao
Piercarlo
http://piercarlo-audioelettronica.blogspot.it - Il blog (ormai ufficialmente in disarmo) è stato solo un passatempo senza impegni, da fruirsi a titolo divulgativo e senza pretese.

TUTTORA IN CERCA DI IMPIEGO

Avatar utente

Pierluigi Marzullo
Moderatore
Messaggi: 37002
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 19:54
Italy

#19

Messaggio da leggere da Pierluigi Marzullo » martedì 31 gennaio 2017, 10:47

Facendo parte di un anello di retroazione, non so quanto sia rilevante la linearità del fotoaccoppiatore,
e i tempi di risposta (sicuramente molto inferiori a quelli del classico filamento di lampadina),
credo che Luka - che ne ha sperimentati molti, potrà darci una risposta ...

anche a questo:

Immagine

quell'affare nero in alto, non sembra un transistor al germanio ?

:)
Pierluigi Marzullo

Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem (William of Ockham)

Avatar utente

Piercarlo
Messaggi: 4695
Iscritto il: sabato 15 marzo 2008, 20:37
Località: Milano
Contatta:
Italy

#20

Messaggio da leggere da Piercarlo » martedì 31 gennaio 2017, 11:08

La linearità e simmetria del controllo ALC (sul segnale in AC) sono invece decisive se si punta a minimizzare le distorsioni al di sotto dei -80 dB.Non basta la linearità portata dalla controreazione.

Credo che il transistor al germanio sia usato come diodo, perché ha una soglia simile a quella di uno schottky ma con perdite inverse minori.

Ciao
Piercarlo
http://piercarlo-audioelettronica.blogspot.it - Il blog (ormai ufficialmente in disarmo) è stato solo un passatempo senza impegni, da fruirsi a titolo divulgativo e senza pretese.

TUTTORA IN CERCA DI IMPIEGO

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#21

Messaggio da leggere da Luka » martedì 31 gennaio 2017, 11:20

Pierluigi Marzullo ha scritto:Facendo parte di un anello di retroazione, non so quanto sia rilevante la linearità del fotoaccoppiatore, (...)

Tutto dipende da quanto vuoi scendere con la THD - diciamo che se l'obbiettivo è stare dalle parti dello 0.001% allora grossi problemi non ce ne dovrebbero essere; se vuoi andare sotto allora tutto conta :D
Il generatore APF illustrato nel mio messaggio si comporta più o meno così (una volta introdotto un passabasso nel loop dell'ALC):
Immagine

Pierluigi Marzullo ha scritto:quell'affare nero in alto, non sembra un transistor al germanio ?


È un lussuoso OA5, diodo di segnale al Ge, usato probabilmente come diodo di blocco prima della capacità di filtro (non trovo lo schema: vai a ricordartelo :lol:) - alla prova dei fatti abbassava un po' la THD del generatore, probabilmente per via del ginocchio di conduzione più dolce; la minore Vf aumenta anche l'intervallo di autorità, osando una pessima traduzione dall'inglese, del loop di controllo. Uno dei difetti di questo generatore è il rumore di fase un po' alto (cioé l'eccessiva larghezza del picco), e questo dipende appunto dal loop di controllo del livello estremamente semplice.

L.

Avatar utente

pergo
Messaggi: 4433
Iscritto il: mercoledì 18 luglio 2012, 13:43
Località: Trieste
Contatta:

#22

Messaggio da leggere da pergo » martedì 31 gennaio 2017, 14:32

Piercarlo ha scritto:I vactrol su ebay ci sono ancora ma costano un botto. Farli da sé costa molto meno. Ho sentito parlare in giro di foto accoppiatori a FET ma non ho ancora trovato nulla di preciso. Qualcuno ne sa qualcosa?



Io ho un paio di questi:
http://www.mouser.com/ds/2/149/H11F1M-185284.pdf
Mai usati :?
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Cables are very useful in the treatment of neurosis. They don't cure the neurosis, but they redirect it to the next non-problem which requires spending money.
Immagine

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#23

Messaggio da leggere da Luka » martedì 31 gennaio 2017, 14:40

pergo ha scritto:Io ho un paio di questi:
http://www.mouser.com/ds/2/149/H11F1M-185284.pdf
Mai usati :?


Interessanti: non li ho mai visti utilizzare come elementi di controllo del livello - peccato che nel DS non si faccia menzione della loro linearità. L'isolamento tra circuito di controllo e generatoe vero e proprio però permetterebbe di separarne le masse, e già questo potrebbe essere un bel vantaggio.

L.

Avatar utente

Luka
Messaggi: 3376
Iscritto il: martedì 24 febbraio 2009, 15:06
Madagascar

#24

Messaggio da leggere da Luka » martedì 31 gennaio 2017, 15:46

MaxVarese ha scritto:Hai ragione, ottenere buoni risultati da un circuito cosi' economico, richiederebbe hai componenti prestazioni eccezionali, quasi ideali.
Forse ho imboccato un binario morto, ma se anche solo il mio affarino proteggesse efficacemente le schede sonore da possibili guasti? Non potrebbe essere utile a chi a intenzione di usarle?

Scusa, non avevo visto il messaggio. Il mio dubbio non riguarda tanto le prestazioni del circuito, quanto quelle delle schede audio: se si tratta di produrre sinusodi a bassa THD vanno benissimo, ma sui segnali impulsivi vanno in crisi - come generatori di funzioni e/o segnali arbitrari non le vedo benissimo.

Poi un buffer/amplificatore d'uscita può sempre essere utile, e pure un buffer/attenuatore calibrato d'ingresso, neh?, però in questo caso non peggiorare la linearità di alcune schede (come le EMU 0202/0204/0404) non è semplicissimo.

L.

Avatar utente

pergo
Messaggi: 4433
Iscritto il: mercoledì 18 luglio 2012, 13:43
Località: Trieste
Contatta:

#25

Messaggio da leggere da pergo » martedì 31 gennaio 2017, 17:25

Luka ha scritto:Interessanti: non li ho mai visti utilizzare come elementi di controllo del livello - peccato che nel DS non si faccia menzione della loro linearità. L'isolamento tra circuito di controllo e generatoe vero e proprio però permetterebbe di separarne le masse, e già questo potrebbe essere un bel vantaggio.
L.


Li avevo pensati per costruirci attorno un Vbe Multiplier variabile per implementare una sorta di bias dinamico sugli stadi push-pull a stato solido in classe AB.
L'assenza di un modello su cui lavorare mi ha scoraggiato un po', perchè non volevo inoltrarmi in misure sperimentali per ricavarne qualcosa.

Si trovano facilmente e non costano molto.
Nessuno può farvi sentire inferiori senza il vostro consenso
Cables are very useful in the treatment of neurosis. They don't cure the neurosis, but they redirect it to the next non-problem which requires spending money.
Immagine

Rispondi PrecedenteSuccessivo

Torna a “TEORIA E TECNICA: STRUMENTAZIONE E MISURE, PRESTAZIONI COMPONENTI”